Bonsai Azalea

bonsai_azaleaAZALEA Inserito nella famiglia delle Ericaceae, il genere Rhododendron comprende centinaia di specie fiorifere.

Quelle più familiari sono raggruppate sotto i nomi comuni di "Azalea" e di "Rododendro" e vengono utilizzate normalmente come piante da appartamento o da giardino, per fioritura primaverile.

Molte specie sono originarie della Cina e del Giappone e quindi sono state nel tempo utilizzate nell'arte bonsai: le più diffuse sono le azalee sempreverdi "Satsuki", che fioriscono in estate, seguite dalle "Kurume", originate da Rhododendron kiusianum.

Esposizione: prediligono posizioni di pieno sole nelle mezze stagioni e di mezz'ombra in estate. In questo modo vengono protette da temperature troppo elevate che determinerebbero eccessiva traspirazione e consumo d'acqua. D'inverno vanno protette dal gelo e dal vento.

Annaffiatura: si tratta di specie molto esigenti: durante la stagione vegetativa si deve intervenire quotidianamente e abbondantemente, possibilmente con acqua non calcarea (acqua piovana, per esempio). Durante l'estate è consigliabile bagnare anche le foglie per diminuirne la temperatura superficiale. Nel periodo invernale è necessario ridurre le innaffiature, mantenendo però il terreno umido.

Concimazione: in primavera è importante concimare ogni due settimane fino alla fioritura, con fertilizzanti ricchi di potassio. In vegetazione è sufficiente intervenire una volta al mese, fino ad inizio autunno. Impiegare fertilizzanti adatti a colture che amano i terreni acidi.

Rinvaso: normalmente è sufficiente ogni due - tre anni, a fioritura terminata. Va sottolineata la necessità di usare terricci acidi.

Potatura: alla caduta dei fiori, vanno eliminati tutti i nuovi germogli. Nel periodo vegetativo vanno potati leggermente i getti secondari, fino a metà estate. E importante evitare l'effettuazione di potature ulteriori per permettere alle gemme di prepararsi alla fioritura.

Photo Gallery